Grande giornata per il tennis italiano, che ha trovato – in Fognini e Berrettini – due accessi ai quarti di finale agli ATP 1000 di Shanghai. I due tennisti, che hanno regalato grande gioia al tennis italiano nel 2019, sono riusciti a centrare l’accesso ai quarti di finale dopo due splendide vittorie, che lasciano presagire la possibilità di proseguire nel torneo. Le vittorie e le prestazioni non convincono soltanto in virtù del torneo stesso, ma anche in ottica ATP Finals, che vedono una corsa di entrambi i tennisti verso un importante piazzamento.

Le due vittorie di Fabio Fognini e Matteo Berrettini

Due vittorie di carattere, ottenute con grandi risultati e soprattutto ottime ai fini della classifica ATP, oltre che della race che potrebbe portare entrambi i tennisti verso le ATP Finals, di sicuro una delle manifestazioni più ambite nel mondo del tennis.

Nel primo incontro del 10 ottobre 2019, Fabio Fognini ha battuto per due set a zero il russo Karen Khachanov, dato per favorito dai pronostici, con il punteggio di 2-0 (6-3, 7-5). Nonostante la bassa percentuale di prime di servizio (48%) e le otto palle break concesse, il ligure ha permesso al suo avversario di strappargli una sola volta il servizio, subito dopo riconquistato.

Dello stesso tenore è stata la vittoria per 7-6(5), 6-4 di Matteo Berrettini ai danni di Bautista Agut. Il romano si è riconfermato bestia nera dello spagnolo, nonostante il match certamente più combattuto.

La corsa alla race di Fognini e Berrettini

La vittoria del Masters 1000 di Montecarlo da un lato e delle semifinali agli US Open dall’altro hanno proiettato sia Fognini che Berrettini nel sogno ATP Finals, che sono difficili da raggiungere (soprattutto per il ligure) ma non impossibili.

Attualmente Fognini è in 13esima posizione, a 200 punti da Alexander Zverev, mentre Berrettini è decimo a -70. Considerando l’uscita di David Goffin, per opera di Federer, e quella di Bautista Agut attualmente al settimo posto, sono davvero pochissimi i punti in cui si gioca la corsa alla race.