Saranno delle belle sfide quelle della Champions League femminile previste per i sedicesimi di finale del torneo. Sono stati effettuati infatti i sorteggi a Nyon ed è stato stabilito che la Juventus dovrà incontrarsi con il Barcellona. Per quanto riguarda la Fiorentina, la squadra dovrà affrontare la squadra campione d’Inghilterra, l’Arsenal. Non vediamo l’ora di assistere a delle partite che si configurano come molto interessanti, in programma il prossimo 11 e il 12 settembre, con le sfide di ritorno previste per il 25 e il 26 dello stesso mese.

La prima sfida della Juventus sarà in casa

La squadra bianconera farà il primo incontro in casa, mentre la Fiorentina dovrà agire in trasferta per la prima partita. La Juventus della Champions League femminile dovrà vedersela in particolare con la squadra finalista dell’ultima edizione, superata dal Lione solo nel corso dell’ultima sfida, che si è svolta lo scorso 18 maggio a Budapest.

La prima sfida nella quale sarà protagonista la Juventus di Rita Guarino sarà giocata, come già abbiamo specificato in precedenza, in casa. In particolare l’incontro si terrà nello stadio Moccagatta ad Alessandria.

Le dichiarazioni di Stefano Braghin

L’Head of Women della squadra bianconera, Stefano Braghin, ha commentato il sorteggio specificando che la Champions in particolare non può essere considerata un obiettivo stagionale, dal momento che è necessario comprendere che ancora bisogna colmare il gap con le squadre più forti del continente.

Secondo Braghin, si tratta di un’occasione importante per effettuare un’esperienza internazionale. La sfida contro il Barcellona dovrà essere quindi un’occasione specifica per comprendere su cosa puntare per raggiungere determinati livelli.

Braghin ha spiegato che nel calcio ci possono essere anche delle sorprese e che naturalmente la squadra cercherà di fare del proprio meglio. Le partite, secondo Braghin, sono sempre aperte.