Domenico Criscito è nato a Cercola il 30 dicembre del 1986. È noto per essere il capitano del Genoa. In questa squadra svolge il ruolo di difensore. Il suo esordio nel campo di calcio è stato quello delle giovanili dello Sporting Volla.

Proprio in quest’ambito è stato notato dagli osservatori del Genoa, che hanno deciso di inserirlo nelle formazioni giovanili. Infatti ha esordito in Serie B a 16 anni nel giugno del 2003 nell’ambito dell’incontro calcistico disputato tra Genoa e Cosenza, che il Genoa ha vinto per 3 a 0.

L’esperienza contemporanea nel Genoa e nella Juventus

Nel 2004 è passato in comproprietà alla Juventus e qui ha avuto l’occasione di farsi notare nel corso delle due stagioni che ha passato nella squadra primavera. Proprio con la primavera nel 2006 è riuscito a vincere il campionato segnando un goal nella finale contro la Fiorentina.

Nel 2006 viene rinnovata la comproprietà e Domenico Criscito ritorna al Genoa in Serie B. Ha una grande ammirazione per lui l’allenatore Gian Piero Gasperini, che lo inserisce nella formazione titolare.

Subito il giocatore riesce a farsi notare e grazie alle sue performance eccezionali ha la possibilità di esordire nella Nazionale under 21. Il primo goal in Serie B è stato realizzato nell’incontro vinto dal Genoa con il Frosinone per 3 a 2 nel 2006.

Nel gennaio del 2007 viene riscattato dalla Juventus per 7,5 milioni, ma rimane ancora al Genoa fino al termine della stagione.

Il suo ruolo nella Juventus

L’esordio nella Juventus a livello ufficiale avviene il 25 agosto 2007, quando il giocatore ha già 20 anni. È stata anche l’occasione per esordire ufficialmente in Serie A. Infatti nella prima giornata di campionato ha giocato da titolare nella partita che la Juventus ha sostenuto contro il Livorno e che ha vinto per 5 a 1.

All’inizio Claudio Ranieri lo fa giocare come difensore centrale. Poi, dopo alcune partite, viene ridefinito l’assetto della squadra soprattutto per ciò che riguarda la difesa e Mimmo Criscito si ritrova a giocare lasciando il suo posto a Giorgio Chiellini.

Il ritorno di Criscito al Genoa

A Criscito viene data la possibilità di continuare a giocare in Serie A e per questo nel 2008 viene dato in prestito al Genoa. Quest’ultima squadra ha l’opzione di riscatto ma non la mette in atto. In ogni caso il giocatore rimane ancora una stagione in prestito.

Il primo febbraio del 2009 gioca con il Genoa contro il Palermo e segna un goal importante, portando alla vittoria ad 1 a 0. Poi altre sue reti degne di attenzione sono quelle realizzate contro l’Atalanta e il Lecce.

Il 25 giugno del 2009 il Genoa pubblica sul sito ufficiale un comunicato, tramite il quale comunica di esercitare il diritto di riscatto della comproprietà. Quindi Domenico Criscito rimane al Genoa.

Ha l’occasione di giocare nelle coppe europee e il 23 agosto del 2009 mette a segno un goal nella prima partita di campionato contro la Roma. Le sue prestazioni si fanno sempre più notare, tanto che il suo ruolo arriva ad essere determinante per la qualificazione del Genoa all’Europa League.

Domenico Criscito nella Nazionale

Domenico Criscito ha esordito in Nazionale under 21 con il tecnico Pierluigi Casiraghi. Era il 14 novembre del 2006 e il calciatore giocava un’amichevole contro la Repubblica Ceca. Ha partecipato poi all’Europeo under 21 nei Paesi Bassi.

Nel 2008 ha fatto parte della Nazionale olimpica dei giochi in Cina. Nel 2009 ha partecipato all’Europeo under 21 in Svezia con il ruolo di terzino sinistro. Il 12 agosto del 2009 ha esordito in Nazionale con Marcello Lippi. In questa occasione ha giocato da titolare nella partita amichevole Svizzera-Italia. Ha giocato come terzino sinistro nel Mondiale 2010 in Sudafrica.

Viene inserito da Cesare Prandelli nella lista dei 32 calciatori che sono stati convocati per la preparazione dell’Europeo 2012. È stato costretto a fare un anno di assenza per un infortunio riportato al ginocchio e poi è ritornato in Nazionale nel 2013 giocando nella partita contro la Germania a San Siro. Nel 2018 Roberto Mancini lo ha convocato per le prime amichevoli.