Duvan Zapata ha avuto occasione di parlare della sua carriera e ha fatto riferimento esplicito in una recente intervista ai suoi inizi in Italia, quando è entrato a far parte del Napoli. Il giocatore colombiano ha riferito un suo desiderio molto curioso. Ha detto che desiderava diventare un calciatore per avere la possibilità di acquistare una PlayStation. Via via, con il passare del tempo, naturalmente i suoi desideri sono cambiati e ha pensato anche a tutto ciò che potevano permettere le sue possibilità economiche.

Zapata ha detto che è arrivato nel Napoli proprio nello stesso anno in cui è stato acquistato anche Higuain. Era consapevole delle capacità straordinarie di quest’ultimo giocatore. Per questo accettava di fare la riserva e di imparare dalla sua bravura. Al momento Duvan Zapata si trova a far parte dell’Atalanta e ritiene Gasperini un grande del calcio. Ripercorriamo la sua carriera.

L’inizio della carriera di giocatore

Nel 2001 Zapata è entrato a far parte della squadra americana di Cali e ha giocato per cinque anni nella Primavera di questo club. Soltanto nel 2008 è riuscito a trovare spazio in prima squadra, quando è stato schierato nel corso della partita di campionato.

Proprio questa partita ha segnato il successo del calciatore, visto che si è conclusa con il suo primo goal realizzato da professionista. Ha passato poi altri due anni con i Los diablos rojos, giocando in 21 partite di campionato.

Nel 2011 è passato all’Estudiantes. Era una condizione di prestito, ma dopo cinque goal il club ha esercitato l’opzione di acquisto, che ha visto la sua carriera protrarsi fino al 2013.

L’arrivo in Italia

Come abbiamo già anticipato, Duvan Zapata è arrivato in Italia il 24 agosto 2013, quando è stato acquistato dal Napoli. Il club ha pagato 7,5 milioni di euro. A quel tempo il giocatore era molto vicino alla squadra del Sassuolo e proprio per questo, fra Napoli e Sassuolo, si svolse un vero e proprio contenzioso.

Il club del Sassuolo riteneva che Zapata avesse già firmato il contratto per la sua squadra. Alla fine, però, dopo varie dispute, il Sassuolo ha lasciato il giocatore libero di passare al Napoli. Il 28 settembre dello stesso anno Zapata esordisce nella gara contro il Genoa e poi, dopo pochi giorni, arriva anche in Champions League.

A segnare il primo goal in Champions League è stato il 22 ottobre del 2013. Seguono vari successi realizzando diversi goal in varie partite. Nella prima stagione, giocando con il Napoli, è riuscito a segnare sette reti.

È diventato il colombiano che in poco tempo ha segnato più reti giocando nella squadra del Napoli.

Il passaggio nell’Udinese e nella Sampdoria

Il 20 luglio 2015 Zapata ha lasciato il Napoli, passando in prestito biennale nell’Udinese. In questa squadra ha segnato contro l’Empoli la sua prima rete in campionato. Le sue capacità continuano ad essere ben viste.

Infatti Zapata ha segnato anche contro il Milan, anche se questo suo goal non è stato sufficiente per permettere all’Udinese di vincere.

Nella prima stagione con l’Udinese gioca 25 partite e segna 8 goal. Nella seconda stagione ha partecipato a tutte le gare del campionato, riuscendo a segnare per 10 volte.

Il 31 agosto del 2017 viene trasferito alla Sampdoria, sempre in prestito con obbligo di riscatto. Il suo debutto nelle file della Sampdoria si ha il 17 settembre contro il Torino. Una delle partite più incredibili di Zapata, che riesce a segnare il suo primo goal dopo soltanto 16 secondi dall’inizio della gara.

La sua permanenza nella Sampdoria appare decisiva, grazie a diversi goal che riesce a segnare contro varie squadre, come il Milan, l’Atalanta, la Juventus e il Chievo. Riesce a chiudere il campionato con 31 presenze e 11 reti.

Zapata gioca in Nazionale

Nel 2011 è stato convocato in Nazionale fra gli under 20 per prendere parte al Mondiale. Nel marzo del 2017 è stato convocato per la prima volta nella Nazionale colombiana. Il suo debutto in questa categoria è avvenuto il 23 marzo sempre del 2017 contro la Bolivia.