Il dominio della Mercedes nella seconda sessione di prove libere sembra quasi essere passato in secondo piano rispetto al tifone che minaccia il Giappone e tutti gli appuntamenti sportivi previsti all’interno del paese nipponico. La pista di Suzuka potrebbe essere impraticabile nella giornata di sabato 12 ottobre ed è per questo motivo che l’organizzazione ha deciso di utilizzare la domenica per permettere le qualifiche e la gara. Se non dovesse essere possibile effettuare l’ultima prova prima del GP, la griglia sarà composta in base ai tempi delle prove libere.

I risultati della seconda sessione delle prove libere

Sicuramente soddisfatta la Mercedes che, dopo le tre uscite in cui la Ferrari di Vettel e Leclerc aveva ottenuto tre vittorie consecutive, è riuscita a rialzare la testa e a ritornare davanti al gruppo. La doppietta Hamilton-Bottas, seguiti nei tempi da un ottimo Verstappen, dimostra il grande stato di forma della scuderia, oltre che l’aderenza alle corde della pista stessa.

Questo il commento di Lewis Hamilton: “È piuttosto sorprendente guidare con queste modifiche. Abbiamo avuto un grande vantaggio nel primo settore, che è stato fantastico. È stata una buona giornata in generale, abbiamo superato il nostro programma ma continuiamo a lavorare, ci sono sempre aree che puoi migliorare. Valtteri ha mostrato un buon ritmo, sembra che siamo in una buona situazione a questo punto del fine settimana”

Rischio tifone, qualifiche di Suzuka spostate a domenica

Intanto, l’organizzazione del GP di Giappone 2019 ha deciso di rinviare le qualifiche a domenica 13 settembre, a causa del tifone che si abbatterà sul Giappone e che potrebbe rendere impossibile e difficile la prova degli automobilisti.

Non è comunque detto che le qualifiche possano svolgersi: in quel caso la griglia di partenza si comporrà in base ai tempi registrati nella seconda sessione di prove libere. Se così fosse, la classifica vedrebbe: Hamilton, Bottas, Verstappen, Leclerc, Vettel, Albon, Sainz, Perez, Gasly e Norris nelle prime dieci posizioni.