Il Giappone ha ufficializzato il quintetto che prenderà parte alle Olimpiadi 2016 di Rio de Janeiro in programma dal 5 al 21 di agosto. La ginnastica artistica femminile del Giappone sarà quindi rappresentata ai Giochi da Sae Miyakawa, Mai Murakami, Aiko Sugihara, Asuka Teramoto e Yuki Uchiyama.

Teramoto ha già partecipato alle Olimpiadi di Londra 2012 nelle vesti dell’atleta più giovane della squadra, e stavolta volerà a Rio nei panni della capitana. E anche per Murakami questa non sarà certo la sua prima esperienza internazionale.

In questo senso il Giappone si è fatto anticipare dalla Cina che già un mesetto fa aveva provveduto a rilasciare la lista delle ginnaste selezionate per i Giochi di Rio 2016: la Repubblica Popolare Cinese parteciperà alla competizione internazionale con Shang Chunsong, Fan Yilin, Mao Yi, Wang Yan e Liu Tingting.

Per quanto riguarda questa formazione invece è a dir poco scontata la presenza di Shang dato che è lei, fino a prova contraria, la migliore all-arounder cinese; e anche per Fan Yilin la convocazione non è caduta poi così a sorpresa dal momento in cui parliamo di una delle quattro Campionesse del mondo in carica alle parallele asimmetriche.

Giusto qualche giorno fa, poi, si è consumato un avvenimento che ancora oggi lascia di stucco gli appassionati e gli esperti del settore: la Romania, da ex Campionessa nella disciplina, è finita nell’oblio vedendo sfumare la partecipazione alle Olimpiadi e perdendo peraltro un ambito posto sul podio degli Europei 2016. Un avvenimento più unico che raro dato che la Romania è sempre stata una Nazione-faro per molto tempo: la Nazionale rumena, infatti, è stata capace di salire sul podio olimpico per ben 11 volte consecutive!

Francisco Giubilini