Il Giro d’Italia sembrava essere indirizzato su un certo binario, ma la 13esima tappa ha sconvolto tutto, determinando nuovi schemi che – da questo momento in poi – saranno fondamentali per l’esito del sito. Se la maglia rosa Polanc è rimasta la stessa, non senza poche difficoltà, al termine della tappa, tutti gli schemi sono saltati, con un nuovo assetto di gara. Il russo Ilnur Zakarin ha vinto la prima tappa che ha avuto termine in salita, e ha accorciato le distanze: crollo definitivo, a meno di un miracolo, di Yates.

L’ordine di arrivo della 13esima tappa del Giro d’Italia 2019

In una delle tre tappe più difficili di tutto il Giro d’Italia, determinata dallo scontro tra Vincenzo Nibali e Primoz Roglic e dallo stravolgimento generale della classifica, è stato il russo Zakarin – esperto sulle montagne – a portare a casa la vittoria, con il tempo di 5 ore, 34 minuti e 40 secondi. Distanza tra secondo e terzo posto, rispettivamente di Nieve e Landa, e anche tra quarto, quinto e sesto. Appaiati al traguardo, invece, proprio Roglic e Nibali.

Questo l’ordine di arrivo della 13esima tappa del Giro d’Italia 2019:

1. Ilnur Zakarin (Rus) in 5h34’40”
2. Mikel Nieve (Spa) a 35”
3. Mikel Landa (Spa) a 1’20”
4. Richard Carapaz (Ecu) a 1’38”
5. Bauke Mollema (Ola) a 1’45”
6. Rafal Majka (Pol) a 2’07”
7. Primoz Roglic (Slo) a 2’57”
8. Vincenzo Nibali (Ita) s. t.
9. Pavel Sivakov (Rus) a 3’34”
10. Davide Formolo (Ita) a 3’50”
11. Miguel Angel Lopez (Col) a 4’19”
15. Jan Polanc (Slo) a 4’39”
17. Simon Yates (Gb) a 5’00”

La classifica generale dopo la 13esima tappa del Giro d’Italia 2019

Al termine della 13esima tappa del Giro d’Italia 2019, molti dei distacchi presenti prima della difficile corsa sono stati annullati o, nel caso di Yates (che ha terminato la sua gara a cinque minuti), incrementati maggiormente. Lo slovacco Polanc, finito al quindicesimo posto con oltre 4 minuti e mezzo di ritardo, ha mantenuto a fatica la maglia rosa.

Questa la classifica generale aggiornata alla 13esima tappa del Giro d’Italia 2019:

1. Jan Polanc (Slo) in 54h28’59”
2. Primoz Roglic (Slo) a 2’25”
3. Ilnur Zakarin (Rus) a 2’56”
4. Bauke Mollema (Ola) a 3’06”
5. Vincenzo Nibali (Ita) a 4’09”
6. Richard Carapaz (Ecu) a 4’22”
7. Rafal Majka (Pol) a 4’28”
8. Mikel Landa (Spa) a 5’08”
9. Pavel Sivakov (Rus) a 7’13”
10. Miguel Angel Lopez (Col) a 7’48”
12. Simon Yates (Gb) a 8’14”
13. Davide Formolo (Ita) a 8’44”