La Premier League riparte. Anche il massimo campionato inglese, quindi, sta per tornare alla ribalta, dopo cento giorni dallo stop determinato dal diffondersi dell’epidemia di coronavirus. Vediamo quali sono tutte le novità che ci attendono da questo punto di vista.

Il 17 giugno spiccano due recuperi

I tifosi sicuramente non potranno perdere gli eventi del 17 giugno. Infatti proprio in questa data si disputeranno i recuperi della 28esima giornata, prima alle 19 e poi alle 21:15. Ci sono da parte della Lega inglese delle preoccupazioni sul fatto che la Premier League possa perdere la sua attrattività.

Infatti la Premier League ha costruito sui diritti tv venduti all’estero anche un certo capitale economico, raggiungendo la cifra di 4,2 miliardi di sterline.

Gli appassionati sicuramente noteranno la desolazione degli stadi inglesi. A questo proposito l’ex allenatore dell’Arsenal ha dichiarato che la caratteristica che rende così speciale il calcio in Inghilterra è proprio il modo in cui le persone reagiscono durante l’incontro. Lo spettacolo sugli spalti invece adesso verrà a mancare.

Il torneo si concluderà molto rapidamente

C’è la necessità in questo momento, proprio per evitare complicazioni, di concludere rapidamente il torneo. Infatti in sole 6 settimane saranno concentrate 92 gare. Gli incontri saranno previsti quasi tutti i giorni e i tifosi che vorranno seguire dal sud est asiatico dovranno svegliarsi molto presto per seguire le partite.

Questo spiega anche perché le emittenti straniere hanno ricevuto un risarcimento economico per le modifiche che sono state apportate alla programmazione.