Vincenzo Spadafora, ministro dello Sport, ha rilasciato delle dichiarazioni nel corso di un’intervista alla trasmissione televisiva L’aria che tira su La 7. Il ministro dello Sport ha parlato in particolare di due temi sui quali si discute molto in queste ultime settimane. Ci riferiamo alla situazione delle palestre nel nostro Paese e al campionato di Serie A. La situazione dell’epidemia di coronavirus anche nel nostro Paese è in costante evoluzione e non è ancora chiaro cosa succederà nelle prossime settimane.

Che cosa si sta decidendo sulle palestre in Italia

Per quanto riguarda la situazione delle palestre, si discute parecchio in questi giorni sulla possibilità che questi luoghi rimangano aperti o che vengano chiusi con un provvedimento governativo.

Il ministro dello Sport comunque ha assicurato che venerdì verrà messo a disposizione di tutti un protocollo attuativo molto rigido proprio per le palestre, con l’obbligo di attuare un maggiore distanziamento nei momenti in cui non è possibile indossare la mascherina e con l’obbligo di indossare questo dispositivo di protezione individuale quando si mettono in atto alcune specifiche attività.

La situazione del campionato di calcio di Serie A

Per quanto riguarda il campionato di calcio di Serie A, il ministro dello Sport ha spiegato che non sa se si arriverà fino in fondo. Su questo punto il ministro crede che debba essere consapevole anche la Lega.

Secondo Spadafora, bisogna difendere la linea del protocollo che funziona se viene rispettato. Poi il ministro ha chiesto anche al settore del calcio un vero e proprio piano alternativo.