Il Ministero dello Sport ha comunicato che la Serie A ripartirà il 20 giugno. È arrivato l’accordo tra il Governo, la FIGC, le leghe e i rappresentanti dei calciatori. Adesso si attende la decisione della Lega di Serie A per il calendario e per sapere con che cosa si inizierà.

Quali sono le tappe per la ripresa della Serie A

È stato stabilito che dal 13 al 17 giugno si giocheranno le semifinali di ritorno, che vedranno disputarsi il titolo tra Juventus-Milan e Napoli-Inter. Sempre in questi giorni si giocherà anche la finale di Coppa Italia.

Nel frattempo si attende la decisione della Lega di Serie A, per stabilire se iniziare con i recuperi della 25esima giornata o se invece dare inizio al tutto con le dieci partite della 27esima giornata.

Quali sono i requisiti di sicurezza per la ripresa della Serie A

La decisione della ripresa della Serie A di calcio è stata presa anche dopo aver sentito il comitato tecnico scientifico, che in una specifica riunione ha approvato anche lo specifico protocollo di sicurezza che dovrà essere attivato in funzione della ripresa delle partite.

Le misure sono molto simili a quelle utilizzate per la Bundesliga tedesca. È stato stabilito che negli stadi potranno entrare al massimo 300 persone, compresi i giocatori, gli arbitri e i tecnici.

All’interno degli stadi non ci saranno cerimonie prima del calcio d’inizio e tutte le persone che si trovano nell’impianto devono rispettare le norme di distanziamento. Se un giocatore o un membro dello staff dovessero risultare positivi, dovranno stare in quarantena e la squadra potrà continuare gli allenamenti in isolamento.