La morte di Niki Lauda ha sconvolto il mondo della Formula 1 e non solo: l’ambiente della Ferrari non è stato l’unico a piangere il computer, così com’era soprannominato uno dei migliori piloti del circuito, in grado di condurre ogni prestazione al meglio, con una freddezza e un calcolo inimmaginabili e senza eguali. Niki Lauda è stato l’idolo di intere generazioni, sopravvissuto a un incidente di cui ha portato i segni in volto fino a 70 anni, età in cui ha perso la vita lasciando un profondo vuoto negli appassionati. Nel mondo dei social sono stati in tanti a ricordarlo attraverso una frase, un pensiero o semplicemente una sua immagine, in uno dei giorni più tristi per il mondo dei motori. 

Gli ultimi anni dell’ex campione di Formula 1

Dopo il suo secondo e ultimo ritiro, Niki Lauda ha abbandonato tutte le competizioni professionistiche, per dedicarsi ad altre attività. In un primo momento, l’ex campione del mondo si è dedicato alla sua compagnia aerea, poi ha lavorato come commentatore televisivo in alcuni programmi del settore tedeschi.

Prima di terminare del tutto la sua carriera, Niki Lauda ha lavorato come consulente in Ferrari, Jaguar e – infine – Mercedes, di cui è diventato presidente onorario non esecutivo. È stato anche grazie al campione di Formula 1 se nel 2013 la formazione ha giovato dell’arrivo in scuderia di Lewis Hamilton, poi vincitore di titoli mondiali nella formazione tedesca.

La morte di Niki Lauda

“Con profonda tristezza annunciamo che il nostro amato Niki è morto pacificamente con la sua famiglia accanto lunedì”. Con questo messaggio, pubblicato sulla rivista britannica The Sun, la famiglia di Niki Lauda ha fatto sapere della morte – avvenuta a 70 anni – dell’ex campione di Formula 1.

Niki Lauda aveva subito un trapianto di polmone a settembre e alcune complicazioni avevano reso necessario una dialisi, anche se non c’era alcun rischio di decesso. La morte, avvenuta nella notte tra il 20 e il 21 maggio in una clinica a Zurigo, ha sconvolto il mondo della F1.

Le reazioni nel mondo dei social

In tantissimi, nel mondo di social, hanno espresso cordoglio per la morte di Niki Lauda, lo straordinario campione considerato uno dei piloti migliori e più esperti di Formula 1. Tra messaggi, immagini e tanta commozione, il ricordo è avvenuto da ogni parte, non soltanto nel mondo della Ferrari che ha cercato di ricordare il suo campione in tutti i modi possibili.

Dall’account Ferrari, che ha parlato di “giorno triste per la F1”, fino a Charles Leclerc, che ha scritto un semplice “riposa in pace leggenda”, passando per Bottas, pilota della Mercedes, che si è limitato al semplice e incisivo RIP. Niki Lauda è stato ricordato anche da McLaren, Verstappen (che l’ha definito una vera leggenda), Alonso, Red Bull, Renault, Haas e ogni altra scuderia, che ha sottolineato quanto Lauda non fosse semplicemente un grande pilota, ma anche un grande uomo e un grande amico.

Particolarmente commovente è stato il messaggio di Nico Rosberg, che ha scritto “Ho imparato tanto da te Niki: la tua passione, il tuo spirito da combattente, la tua voglia di non arrenderti mai”, allegando più foto con lui. In ultimo, degne di nota sono le lacrime di Montezemolo, che non è riuscito a trattenere la commozione nel ricordare il grande campione.