Zlatan Ibrahimovic vuole partecipare alle Olimpiadi 2016 di Rio de Janeiro. Questo il desiderio espresso dal fuoriclasse svedese che, a margine delle fatiche sopportate nel corso di Euro 2016, vorrebbe anche prender parte ai Giochi con la Svezia under 23.

Nell’eventualità, si tratterebbe di una partecipazione che costringerebbe Ibra ad assentarsi nelle prime due gare di Premier League e questa prospettiva, almeno per il momento, non va poi tanto a genio di José Mourinho che in quel caso si ritroverebbe a dover fare i conti con un grosso buco nella sua squadra.

In queste settimane, infatti, c’è una trattativa in corso che potrebbe portare Ibra nelle schiere del Manchester United: la partecipazione è scontata ma manca ancora l’ufficializzazione vera e propria.   Lui stesso, durante una conferenza stampa, non si è detto poi così sicuro del suo futuro: «Dove vado? Ancora non sono in grado di dirlo».

Il futuro di Ibrahimovic è quindi ancora molto in dubbio: non si sa se la partecipazione alle Olimpiadi con la Svezia under 23 ci sarà, né si ha la più totale certezza che lo United sarà effettivamente la squadra che lo vedrà sui campi nel corso della prossima stagione calcistica.

Intanto l‘Italia non sarà rappresentata da un suo calciatore di punta, la Juventus ha negato a Dybala la possibilità di partecipare a Rio 2016 come rappresentante dell’Argentina, mentre il Brasile avrà il suo Neymar. E Ibra per la Svezia? Chissà.

Francesco Giubilini