Si è conclusa senza troppe sorprese la prima giornata di qualificazioni Europei 2020, che ha visto partecipi parte delle Nazionali che saranno impegnate nelle sfide che hanno portato agli stop dei campionati nazionali. Sugli scudi il Belgio, che ha battuto San Marino per 9-0, ma non sono mancate le vittorie di Polonia, Croazia, Olanda e Austria. Nel dettaglio, tutti i risultati delle 10 sfide.

Le due sfide delle 16

La prima giornata di Qualificazioni Europei 2020 si è aperta con le due sfide tra Kazakistan e Cipro e Bielorussia ed Estonia. La sfida tra terza e quarta del girone I (dominato da Belgio e Russia) è stata vinta dal Cipro, con i padroni di casa avanti con Yernalov e rimontati, solo negli ultimi venti minuti, dalle due reti di Sotiriou e Ioannou.

A reti inviolate, invece, il pareggio tra Bielorussia ed Estonia: per la nazionale di trasferta si tratta del primo punto nel girone, mentre per la Bielorussia (che aveva vinto proprio contro l’Estonia il 6 settembre 2019) del quarto.

Le otto sfide delle 20.45

Ben più corpose e ricche di gol le sfide delle 20.45, che hanno visto le maggiori nazionali giungere alla vittoria confermando gli importanti piazzamenti nel girone. Scoppiettante il 9-0 del Belgio ai danni di San Marino, in cui spiccano la doppietta di Lukaku e l’ultima rete di Castagne. 

Nello stesso girone, la Russia si è sbloccata solo nel secondo tempo prima di battere per 4-0 una modesta Scozia. Nel gruppo G l’Austria ha trovato un’importante vittoria, dopo l’iniziale svantaggio firmato Zahavi, che l’ha proiettata al secondo posto del girone grazie al 3-1 all’Israele. Con le due reti di Pandev e Bardhi, invece, la Macedonia del Nord è salita a quota 11 punti battendo la Lettonia ancora a 0 punti.

11 punti anche per la Slovenia, che ha però perso in casa per 3-0 dalla Polonia. La Croazia, nel gruppo E, ha saputo riscattarsi dopo il pareggio con l’Azerbaigian, battendo per 3-0 l’Ungheria e staccando l’insidiosa Slovacchia, ancora al secondo posto dopo il pareggio per 1-1 contro il Galles. Tre squadre a 12 punti (con Olanda e Germania con un turno in meno) nel gruppo C, in cui l’Olanda ha rischiato di essere fuori dai giochi fino al 91′: due gol nel recupero sono valsi il 3-1 all’Irlanda del Nord, che era andata in vantaggio con il gol di Magennis.