Si era parlato a lungo in passato di un piccolo torneo finale per permettere la conclusione della stagione 2019/2020 del campionato di Serie A in Italia. L’ipotesi in seguito era stata scartata, anche perché si è riusciti a completare tutte le partite previste dal torneo di calcio. Adesso però le cose sembrano cambiare, perché arriva l’idea di Gabriele Gravina, presidente della Federcalcio.

L’idea del campionato in tre fasi con final eight

Gravina ha spiegato infatti di stare lavorando alla possibilità di un campionato suddiviso in tre fasi, con la presenza di una final eight che sarà fondamentale per l’assegnazione del titolo.

L’idea è quindi quella di un torneo finale capace di assegnare lo scudetto, secondo quanto ha dichiarato il presidente della Federcalcio nel corso di un’intervista che è stata rilasciata al Corriere dello Sport.

Gravina ha anche specificato, commentando la situazione attuale, che sarebbe fondamentale riaprire gli stadi, anche rivolgendosi comunque ad una quantità limitata di spettatori, una soluzione che è stata ad esempio adottata in Francia.

Il presidente della Federcalcio ha specificato di avere molta fiducia nei confronti del Presidente del Consiglio e nei ministri dello Sport e della Salute. Secondo Gravina ci sarebbero tutte le condizioni per riaprire parzialmente, anche perché, secondo il presidente della Federcalcio, è presente un protocollo di grande qualità.

Il commento sulla Nazionale e su Mancini

Gravina ha parlato anche della Nazionale di calcio italiana, spiegando che con Roberto Mancini ci sarebbero tutte le motivazioni per condividere un progetto che possa essere più lungo nel tempo. “Mancini ha già vinto”, ha spiegato Gravina, e di conseguenza sull’opportunità di un rinnovo del contratto prima degli Europei ha detto che “non è necessario aspettare”.