Adesso è ufficiale: il nuovo allenatore dell’Inter è Simone Inzaghi. Ad annunciare l’arrivo del tecnico nella squadra è stato un comunicato che è stato diffuso proprio dai nerazzurri, dopo qualche giorno in cui erano state fatte diverse ipotesi sui possibili nomi. La nota ufficiale rilasciata dal club dà il benvenuto ad Inzaghi e spiega che l’allenatore ha firmato un contratto biennale con il club. Poi il comunicato conclude con l’hashtag #WelcomeSimone. Inzaghi ha sostituito Antonio Conte, che, dopo la vittoria dello scudetto, ha spiegato di voler lasciare la panchina dell’Inter, pochi giorni fa.

La carriera da calciatore

L’affermazione di Simone Inzaghi è sicuramente avvenuta con il Piacenza. Da calciatore il nuovo tecnico dell’Inter ha ottenuto tantissimi successi, conquistando 15 reti alla sua prima stagione in Serie A, quando aveva 22 anni. Poi Inzaghi ha raggiunto la Lazio, conquistando anche lo scudetto nel 2000.

Ma nella carriera da calciatore di Simone Inzaghi ci sono anche tanti altri successi, come le tre Coppe Italia e le due Supercoppe Italiane. Inzaghi è stato il miglior marcatore nelle coppe europee della storia della squadra biancoceleste e sicuramente ha conquistato il titolo di primo giocatore del nostro Paese ad aver segnato quattro goal in una gara di Champions League, la partita Lazio-Marsiglia del 14 marzo 2000.

I successi di Inzaghi come allenatore

In seguito alla sua carriera da calciatore, che è terminata nel 2010, il nuovo allenatore dell’Inter è passato immediatamente proprio alla panchina, inizialmente nel settore giovanile della Lazio, nel 2010/2011.

Poi è diventato allenatore della Primavera, nel 2014, e in seguito della Prima Squadra, nel 2016. L’allenatore rimarrà nella squadra per altri cinque anni, conquistando la Coppa Italia, due Supercoppe Italiane e il quarto posto nella Champions League nel 2020.