Nessun tifoso azzurro dimenticherà tanto facilmente i rigori tirati da Simone Zaza e Graziano Pellè durante l’incontro Italia-Germania agli Euro 2016.

Se di Pellè a molti non è andata giù la prepotenza con cui ha preso in giro il portiere tedesco prima del calcio di rigore (non andato in porto), relativamente a Zaza ha fatto gran discutere il balletto che quest’ultimo ha messo in scena poco prima di tirare un rigore che anche nel suo caso si è rivelato un flop.

Sui social network sono piovuti insulti e critiche a questi due calciatori evidentemente troppo sicuri di sé, ma c’è qualcuno che questo accanimento mediatico sui due atleti azzurri non lo digerisce proprio.

Come Chiara Biasi, fashion blogger e fidanzata di Simone Zaza, che tramite i social network ha scritto: «Facciamoci due risate per questa benedetta “Zaza Dance”, ma basta con le offese! Ha 25 anni e non è ancora “nessuno”, è vero, ma lui lo sa ed è uno che sputa sangue per la maglia che indossa». Il labiale della ragazza di Pellè, invece, è inequivocabile.

 

Anche l’attaccante azzurro ha voluto rispondere a chi lo prende tuttora in giro e a chi gli chiede le ragioni di quel suo rigore tanto teatrale: «In realtà i rigori li calcio sempre così», ha precisato ai cronisti che lo hanno assalito al rientro in Italia. Gliela diamo per buona?