Una caduta per Soffia Goggia ha determinato l’insorgenza di una frattura composta del piatto tibiale. Non sarà necessario per la campionessa azzurra sottoporsi ad un intervento chirurgico, ma dovrà comunque riposare più o meno per 45 giorni. Di conseguenza Sofia Goggia non potrà partecipare ai Mondiali e dovrà concludere la stagione. La campionessa è caduta mentre si trovava nella pista di rientro di Garmisch, in seguito all’annullamento del supergigante femminile per la presenza di nebbia.

Si valuteranno i tempi di recupero

Sofia Goggia è ritornata in Italia immediatamente e a Milano è stata sottoposta ad una risonanza magnetica e ad una tomografia assiale computerizzata, nella clinica La Madonnina. Nel corso dei prossimi giorni bisognerà valutare con precisione i tempi di recupero previsti per la campionessa azzurra.

Quest’ultima comunque non potrà partecipare ai Mondiali che si svolgeranno a partire dall’8 febbraio a Cortina d’Ampezzo. Nell’attesa di riprendere l’attività agonistica dovrà quindi affrontare un percorso riabilitativo adeguato.

Ha dovuto affrontare diversi infortuni

Durante la sua carriera, la campionessa ha dovuto affrontare diversi infortuni. Nel 2012 ha infatti affrontato uno stiramento ai legamenti collaterali delle ginocchia e una frattura alla gamba destra.

Nel 2014 ha avuto dei problemi al legamento crociato del ginocchio destro, nel 2018 ha affrontato la frattura al malleolo peroneale e nel 2020 ha subito un’altra frattura, al braccio sinistro. In questo caso l’infortunio si è verificato proprio sulla pista di Garmisch.