Ci si aspettava qualche soddisfazione in più per i tennisti italiani presenti al Roland Garros, almeno per quanto riguarda il tabellone maschile. Il rendimento del primo turno, però, fatta eccezione per qualche sorpresa è stato tendenzialmente negativo. Soltanto in tre hanno ottenuto l’accesso ai 32esimi di finale, mentre coloro che hanno abbandonato il suolo francese al primo turno sono stati in sette (cinque tra gli uomini, considerando anche il derby Fognini-Seppi, e due tra le donne).

Le sconfitte e le vittorie nel tabellone maschile del Roland Garros

In un primo turno del tabellone maschile del Roland Garros che ha riserbato ben poche sorprese, e che ha garantito l’uscita di sole cinque teste di serie (Medvedev, Cecchinato, Shapovalov, Basilashvili, Tiafoe), il rendimento degli italiani al Roland Garros non è stato dei più importanti.

La grande sorpresa è stata rappresentata da Salvatore Caruso, che ha battuto in quattro set il più ben quotato e meglio considerato spagnolo Juame Munar (7-5, 4-6, 6-3, 6-3), tra i Next Gen accolti con tanta stima nel mondo del tennis. In negativo, invece, la sorpresa è stata rappresentata dall’uscita di Marco Cecchinato che, dopo essersi portato avanti 2-0 con l’idolo di casa Mahut, ha ceduto per 3-2 abbandonando anzitempo il tabellone del torneo francese. Per lui, che aveva raggiunto le semifinali nel 2018, c’è stata una perdita di oltre 700 punti, oltre che l’uscita dalla top 30.

Le altre vittorie sono state quelle in quattro set di Berrettini contro lo spagnolo Andujar (6-7, 6-4, 6-4, 6-2) e di Fabio Fognini contro il connazionale Andreas Seppi (6-3, 6-0, 3-6, 6-3). Tra le sconfitte ci sono da registrare quelle quasi inevitabili di Lorenzo Sonego, Simone Bolelli e Thomas Fabbiano; il primo ha ceduto in tre set (6-2, 6-4, 6-4) contro il veterano Roger Federer, il secondo contro il padrone di casa – e numero 22 del seeding – Pouille (6-3, 6-4, 7-5), il terzo contro l’esperto, anche se in fase calante, Marin Cilic (6-3, 7-5, 6-1).

Le sconfitte nel tabellone femminile del Roland Garros

Se nel tabellone sono state piuttosto deludenti alcune sconfitte, il tabellone femminile non offriva tante opportunità. Data l’attuale condizione del tennis femminile, che non può contare su tenniste di rilievo tranne Camila Giorgi (che ha dato forfait per problemi fisici), era piuttosto scontata un’uscita anticipata da parte delle sole due qualificate: Giulia Gatto Monticone e Jasmine Paolini.

Se la prima ha lottato in tre set, prima di cedere contro la statunitense Kenin (6-3, 5-7, 6-2), la seconda ha combattuto ben poco contro la ben più quotata Kasatkina (6-2, 6-3). In attesa della sfida tra Travaglia e Mannarino, e dei secondi turni – alcuni dei quali abbordabili – per gli italiani, la speranza è che la rappresentanza del tricolore nella seconda settimana possa esserci.