Si conclude con una sconfitta la carriera di Marcos Baghdatis, tennista cipriota che ha dato grande lustro e dignità al proprio paese attraverso il tennis. Il tennista è uscito sconfitto in tre set da Matteo Berrettini, numero 20 italiano e numero 17 del seeding che, dopo aver faticato al primo turno con Bedene, ha liquidato con semplicità il suo avversario, superando l’ostacolo secondo turno, che nel 2018 l’aveva visto sconfitto in tre set da Simon. Proprio il veterano francese potrebbe essere il prossimo avversario del numero 1 italiano Fabio Fognini, qualora dovesse vincere la delicata sfida con lo statunitense Sandgren e se il ligure riuscisse nello sconfiggere Fucsovics.

La cronaca del match tra Berrettini e Baghdatis

Assolutamente non proibitivo il match di secondo turno da parte di Matteo Berrettini che, dopo essersi affermato sull’erba con la vittoria a Stoccarda e con la semifinale ad Halle, sta dimostrando di non sfigurare neanche al Wimbledon, dove è ad un passo dagli ottavi di finale dopo le prime vittorie ai danni di Bedene e Baghdatis.

L’italiano ha sconfitto il tennista cipriota con un secco 3-0 che ha lasciato poco margine all’avversario, se non nel secondo set conclusosi soltanto al tie-break. Il risultato finale, maturato in 1:44, è stato di 6-1, 7-6 (4), 6-3.

Per Berrettini, adesso, manca soltanto un match prima di accedere alla seconda settimana di uno Slam: quello del terzo turno che avverrà tra il vincente tra Koepfer e Schwarzmann e che, in ogni caso, lo vedrà favorito.

La carriera di Baghdatis e il best ranking del tennista cipriota

Con la sconfitta da Matteo Berrettini si è conclusa la carriera di Marcos Baghdatis, tennista cipriota che – all’età di 34 anni – ha deciso di appendere la racchetta al chiodo. Il cipriota, che proprio sull’erba di Wimbledon ha conseguito un grandissimo risultato nel 2006, quando ha ottenuto l’accesso alle semifinali (in un anno incredibile segnato dalla finale all’Australian Open) ha avuto, come suo best ranking, l’ottavo posto nella classifica ATP nel 21 agosto del 2006.

In totale, in carriera, il cipriota ha vinto quattro tornei ATP, tutti 250 sul cemento: l’ultimo, in ordine, è stato vinto nel 2010 a Sidney, ai danni di Richard Gasquet. L’ultimo buon risultato del cipriota è stato la vittoria del challenger di Shenzen, a marzo, dove ha sconfitto in finale proprio l’italiano Napolitano.