L’emergenza coronavirus sta mettendo a dura prova anche il mondo dello sport. Sono numerose le competizioni rimandate o in certi casi annullate proprio a causa della diffusione del virus in tutto il mondo. Anche in Italia il mondo dello sport è in pausa, ma in queste ultime settimane si discute sempre di più di una possibile ripresa, di come permettere agli sportivi di ricominciare nel pieno rispetto delle norme di sicurezza. Sulla questione è intervenuto Giovanni Malagò, il presidente del Coni, che ha fatto delle dichiarazioni nel corso di un’intervista sulle pagine social del Bologna.

“Il Governo ci ha molto rispettato”

Il presidente Malagò ha spiegato che c’è stato un grande rispetto da parte delle istituzioni governative. Ha detto che l’esecutivo ha chiesto la preparazione di un documento che possa illustrare le possibilità di una ripresa delle attività sportive nel nostro Paese.

Per questo è stato chiesto alle varie federazioni di specificare tutte le richieste tenendo conto delle caratteristiche dei vari sport. Queste informazioni sono state unite ad un documento che è stato messo a punto dal Politecnico di Torino.

Inoltre tutti i dati sono stati integrati con gli appositi report dei medici dello sport. Insomma, secondo Malagò tutti in questo momento sono pronti per ricominciare.

Le dichiarazioni del presidente sulle Olimpiadi 2021

Il presidente del Coni è intervenuto nel corso dell’intervista anche sul tema delle Olimpiadi. Secondo Malagò, la competizione di Tokyo del 2021 si svolgerà, perché altrimenti vorrà dire che i problemi nel mondo non saranno stati risolti.

Malagò ha affermato che, se entro il 23 luglio 2021 non saremo in grado di organizzare i giochi olimpici, allora vorrà dire che saremo in presenza di un problema davvero ampio.

Secondo il presidente del Coni, c’è l’obiettivo di organizzare le Olimpiadi del 2021 proprio come è stato fatto in passato.