La partita Genoa-Torino è stata rinviata ad una data da stabilire a causa della positività al coronavirus riscontrata in alcuni componenti della squadra del Genoa. Ad ufficializzare la decisione è stata la Lega attraverso un’apposita nota. Si discuteva proprio in queste ore della possibilità di un rinvio della partita e la decisione ufficiale è stata proprio questa.

Sarà applicata la norma Uefa

Il Consiglio straordinario della Lega di Serie A inoltre ha previsto l’adozione di una decisione che verrà adottata in futuro. Verrà infatti applicata la specifica norma Uefa. Questa regola consiste nella possibilità di giocare per una squadra con 13 componenti a disposizione, compreso il portiere.

È stato stabilito anche che una sola volta nel corso di una stagione una squadra con almeno dieci positivi nell’organico può decidere anche di chiedere di rinviare una partita. È proprio quello che è successo nel caso del Genoa, che ha ottenuto il rinvio ad un’altra data della gara contro il Torino.

l’Asl 3 di Genova blocca gli allenamenti

Nel frattempo è stato reso noto che l’Asl 3 di Genova ha vietato gli allenamenti per i giocatori della squadra negativi ai vari tamponi effettuati in precedenza.

I giocatori potranno prendere parte all’allenamento nel tardo pomeriggio di giovedì 1 ottobre o nella mattina di venerdì 2 ottobre solo se risulteranno di nuovo negativi ad altri test rapidi che avranno proprio l’obiettivo di analizzare la situazione.

I tesserati positivi nella squadra sono intanto saliti ad un numero di 16. Ad annunciarlo è stato il presidente Preziosi, che ha spiegato che anche Mattia Destro è positivo al tampone e ha una carica virale comunque molto bassa. Il presidente si è detto preoccupato per la situazione riscontrata nel mondo, non solo per quanto riguarda il calcio.