Il prossimo appuntamento del Mondiale di MotoGP è in Giappone. L’attesa non è spasmodica, dato che questa stagione ha già un vincitore. Anzi, forse sarebbe il caso di parlare di un dominatore, perchè Marc Marquez è riuscito a conquistare il suo ennesimo titolo mondiale sbaragliando la concorrenza e concedendo di fatto le briciole ai rivali. Un campionato poco esaltante anche per Valentino Rossi, che ai microfoni della stampa si è detto convinto che anche a Motegi ci sarà da sudare parecchio per provare ad ottenere un buon risultato. Non è certo un caso se nelle prime prove libere il “Dottore” si è classificato al dodicesimo posto, lontanissimo dal miglior tempo realizzato da Maverick Vinales.

Rossi immagina un weekend difficile

Un fine settimana difficile: lo ha descritto così, Valentino Rossi, prevedendo già un weekend molto complicato per la sua moto. Rossi ha tuttavia rivelato di trovarsi bene in Giappone perché c’è un ambiente particolare, e ha detto anche di apprezzare molto la pista di Motegi.

In riferimento alle ultime due gare, molto deludenti per il pilota di Tavullia, Rossi ha parlato di problemi col grip sul posteriore e ha fatto presente che serve lavorare molto su questo aspetto se si vuole tornare competitivi.

Nonostante i tanti problemi che stanno caratterizzando soprattutto questa seconda parte di stagione, Rossi non ha alcuna intenzione di darsi per vinto e ha già detto di voler provare comunque a competere per le prime posizioni.

Rossi amareggiato per Zarco alla Honda

L’obiettivo di queste ultime tre gare stagionali, a detta di Valentino, è proprio quello di tentare di racimolare più punti possibili e magari fare anche delle belle gare. In ultimo, Valentino Rossi si è soffermato anche sul recente passaggio di Zarco alla Honda.

Il “Dottore” ha mostrato tutta la sua amarezza per questo trasferimento, definendolo un “peccato”. Rossi ha poi aggiunto che la Yamaha aveva cercato Zarco per averlo come Test Rider e che poteva essere certamente un aiuto in più per contribuire al progetto di riuscire a fare un bel test team.

Dato che Zarco andrà alla Honda, Rossi lancia un messaggio ben preciso: c’è necessità, per non dire urgenza, di riuscire a trovare qualcun altro veloce come il pilota francese.